Città D'Arte Centro d'Italia e cuore d'Europa... un patrimonio da riscoprire

Visite guidate

Cittaducale, borgo situato alle pendici del monte Terminillo e immersa nel verde del centro Italia, è ricca di monumenti e bellezze naturalistiche. Fondata nel 1308 allo scopo di rafforzare i confini nord-occidentali del Regno di Napoli, viene inizialmente progettata su carta come una fortezza medioevale secondo criteri tipici di un campo romano, ma nel corso del tempo diversi terremoti ne provocheranno la mutazione dell’aspetto originario. Oggi Cittaducale, che conserva parte delle architetture susseguitesi nei secoli, propone ai suoi visitatori mura e torri medioevali, palazzi rinascimentali del XVII secolo e testimonianze romane e preromane nelle zone limitrofe.
A pochi chilometri dal centro cittadino vi sono due monumenti degni di nota. Il primo, nella località di S. Vittorino di Cittaducale, è un monumento romano di epoca repubblicana successivamente divenuto sede delle terme e dimora estiva dell’imperatore Vespasiano. Il secondo, situato ai piedi della cittadina, è la basilica di Santa Maria di Sesto, costruita sui resti di un tempio romano dove, secondo scritti dell’epoca, coincideva il centro dell’Italia o Umbilicus Italiae. Per questo motivo, nel 1602, il Vescovo Pietro Paolo Quintavalle vi appose una pietra simbolica.
Le Chiese meritano poi un discorso a parte.
Organizzata in quattro quartieri identici, ognuno avente una propria Chiesa di cui ne resta una soltanto, Cittaducale mostra la propria cattedrale nella piazza principale, centro di culto di tutto il borgo.
Si trovano inoltre conventi francescani e agostiniani con Chiese annesse, la Chiesa della Madonna delle Grazie, edificata nei primi anni del ‘700 sul luogo di una apparizione mariana ufficialmente riconosciuta dal Vaticano e la Chiesa di S. Vittorino, a pochi chilometri da L’Aquila. Quest’ultima, caso unico al mondo, presenta al proprio interno una sorgente di acqua purissima, che però ha compromesso la stabilità della struttura, la quale sta lentamente affondando nella stessa sorgente.

Le visite guidate sono tenute in collaborazione con l’ associazione Rearte

Download (PDF, 92KB)

Archivi

Categorie

Questo sito è stato visitato

34662 Volte